Stephane Umbert Lucas a Milano

Wish come True Milano

Due nuove proposte in casa Lucas


WISH COME TRUE è una composizione che conduce nel mondo dei sogni. La freschezza made in Italy del mandarino di Palermo si incontra con il bergamotto proseguendo verso un cuore fiorito di gelsomino Sambac, di ylang ylang e di assoluta di tuberosa fino a scaldarsi col legno del sandalo di Mysore e con l’oud del Laos.


WISH COME TRUE la nuova fragranza di #stephanehumbertlucas777


Come una pozione magica, WISH COME TRUE é stato creato per far avverare i sogni e le aspirazioni più belle, con un tocco di soprannaturale.
Una stella fortunata. WISH COME TRUE é nato dal desiderio di lasciarsi andare, sfuggire alla realtá e svegliarsi in un mondo di dolci illusioni. Illusioni che alla fine potrebbero diventare realtá...
Una tuberosa ultraterrena, fresca e voluttuosa, s'incontra con una leggera infusione di ambra grigia. La femminilitá incontra la seduzione.

Risultati immagini per panthea stephane humbert lucas
PANTHEA è una soffice ed avvolgente viola che si fa spazio tra i cespugli di rose e di iris mentre dal fondo salgono le note di incenso e di neroli a completare l’opera.

Stéphane Humbert Lucas
Cinque domande olfattive di Cristina Torlaschi - per Marie Claire
Il primo ricordo olfattivo?
Coco di Chanel sentito in una vecchia casa borghese che odorava di salnitro. Il mélange mi ha fatto pensare: “odora di buono”.
Quali sono i profumi che più la emozionano?
Mi ricordo un sacco di odori dell’infanzia. È come un grappolo olfattivo che si è installato nella memoria e che mi ha fatto venire la voglia di fare questo mestiere più tardi nella vita. Quelle emozioni, quelle paure, quelle preoccupazioni, quelle gioie, quelle pulsioni... mi piace ricordare particolarmente gli odori che mi fanno crescere l’attrazione per le donne e l’erotismo. Penso alle ragazze che facevano sport a scuola, quel connubio di freschezza e sudore mescolato ai profumi di vaniglia e fiori indossati la mattina presto. Profumi che non distorcevano l’odore delle ragazze, ma sembravano accentuarlo, perché si dissimula quello che in realtà si desidera. Oggi mi attira la violetta, dopo averla detestata per anni.
La fragranza portafortuna?
L’iris. Sono fedele al suo profumo da sempre. È la donna ideale.
Il profumo preferito per il relax?
L’incenso, la pietra bagnata, la pioggia sulla terra, quello che si respira nei porticcioli.
Qual è l’odore dell’inverno?
L’erba medica in pieno sole.

Soleil-de-Jeddah-SHL-777


Soleil-de-Jeddah-SHL-777
Pochi luoghi sulla Terra hanno una così forte connessione col Sole come la città saudita di Jaddah, la Sposa del Mar Rosso, fil-rouge tra La Mecca e Medina. Per rendere omaggio a questa grande città, sia epicentro religioso che destinazione turistica, capitale culturale e di commercio, Stéphane Humbert Lucas pone l'accento su uno degli elementi chiave, rappresentato sia dal flacone color oro brillante che dalla fragranza, un'esplosione di agrumi baciati dal sole che evolvono fino ad arrivare negli spazi più reconditi per rivelare un accordo di cuoio di Russia, vaniglia del Madagascar, iris burroso e ambra dai sentori terrosi. Un profumo dalle mille sfaccettature come la città che rappresenta.
La luminosità che pervade Soleil de Jeddah è data dalla bellezza delle sue note dolci di succoso limone, camomilla e squisito osmanto accompagnate da altri accordi fruttati che regalano un'atmosfera esotica e golosa a tutta la composizione. Quando le note di cuoio fanno il loro ingresso, quella che poteva sembrare una fragranza "comune" diventa intrigante come non mai, resinosa e sensuale. Come sul tappo dorato, preziosamente lavorato con decori a nido d'ape, il sole risplende su Jaddah e sulla fragranza che porta il suo nome.
Note:
Limone, Camomilla, Osmanto, Radice di Iris, Ambra, Note terrose, Burro d'Iris, Cuoio di Russia, Vaniglia del Madagascar
EDP 50 ml

Mortal Skin Milano ylang

Mortal Skin EDP 50 ml
Ispirato alla grazia letale della vipera, squisitamente riprodotta sul prezioso flacone-gioiello, Mortal Skin è una sorta di meditazione sul pericolo, la passione e la cieca ossessione che unisce l'arte della profumeria occidentale ed orientale, in modo unico, come solo Stephane Humbert sa fare.
Mortal Skin si apre su un mistero intrigante mentre un freddo accordo di inchiostro incontra la dolce nota di mora e cisto resinoso, allo stesso tempo sensuale e minaccioso, familiare e sconosciuto. Nelle note di cuore, il serpente si prepara per colpire nuovamente; caldo opoponax e mirra si fissano in un dolce bouquet fiorito e un tipudio di spezie aromatiche in un voluttuoso, ipnotico abbraccio. Quando tutto sembra ormai al suo apice, ecco che la potenza delle note di fondo si libera col suo sentore resinoso fatto di labdano, styrax e legno di betulla, ed è troppo tardi per fuggire: Mortal Skin ha oramai stretto la sua morsa.
Note: Mora, Inchiostro, Cisto, Opoponax, Iris, Davana, Mirra, Cardamomo, Ambra grigia, Storax, Legno di sandalo, Civet, Legno di cedro, Legno di betulla, Musk
EDP 50 ml

shop online