Aedes de Venustas a Milano

AEDES DE VENUSTAS ylang ylang milano

Aedes de Venustas una vera sciccheria dal mondo Profumi.


Una Mecca per intenditori, appassionati, stilisti e celebrità situata nel Greenwich Village di New York: AEDES DE VENUSTAS. Fondata da Karl Bradl e Robert Gerstner nasce come Galleria d’Arte olfattiva che espone profumi provenienti da tutto il mondo. Qualità e lusso della profumeria di nicchia, arredamento in stile “barocco futuristico” caratterizzato da velluti, damaschi, cristalli, pavoni e dettagli in oro.
Scoprii questa interessante Maison poco dopo il lancio di Signature. Sentii la fragranza e la storia di questa sciccosissima “boutique boudoire” e da subito fui colpita dalla particolarità dell’essenza.
Le note che compongono Signature sono: Foglie di Rabarbaro, Vétiver, Ribes Rosso, Foglie di Pomodoro, Incenso, Noisette, Caprifoglio.
Mentre in Iris Nazarena troviamo: Iris, Ambrette, Bacche di ginepro, Anice Stellato, Pelle, Oud, Chiodi di garofano, Rosa di Maggio, Incenso, Legni, Muschio, Vétiver.
L’aspetto straordinario dei profumi di tale calibro è che i Nasi curano minuziosamente gli ingredienti che li compongono e ne garantiscono la provenienza e la coltivazione.

Per trasmettere la ricchezza dello stile di AEDES DE VENUSTAS con i suoi colori porpora, rosso e viola melanzana, i toni iridescenti come piume di pavone, i velluti e tessuti di pelle d’angelo come seta, taffetà e broccati, il profumiere Bertrand Duchaufour, ha orchestrato insolite corrispondenze olfattive: “Il viola e i velluti” spiega “son tradotti dagli effetti chypre. Le piume di pavone vengono date dalle note verdi e noisettes”.

La costruzione stessa della composizione riflette ed evidenzia l’approccio creativo anticonformista di AEDES DE VENUSTAS e del creatore del profumo. Nel cuore troviamo la freschezza verde e volatile dell’accordo di rabarbaro che è l’asse intorno al quale ruota la fragranza chypre, oscura e resinosa, che trasgredisce le regole classiche della piramide olfattiva; alla fine del suo sviluppo, l’effetto verde diventa più intenso e al tempo stesso il tono chypre si addolcisce e diviene più astratto. La costruzione è tonda, lussuosa, voluttuosa e incarnante.

Bertrand Duchaufour la paragona a “un coltello molto affilato che taglia una dolce al cioccolato, come un rasoio verde fluorescente, il rabarbaro dona un effetto tagliente e lamellare. Al termine della sua evoluzione esprime al meglio l’aspetto misterioso e le tonalità chypre". 

Le materie prime
E’ Bertrand Duchaufour che di persona ha selezionato, direttamente alla fonte, i diversi ingredienti tra cui il Vétiver del Madagascar, incontrando le persone che raccolgono questa preziosa materia prima, acquistandola poi nel rispetto del commercio equo e solidale. 

Il flacone

Il flacone in vetro viola è unico: con la sua forma arrotondata e al tempo stesso squadrata stravolge le regole classiche del design invitandoci alla scoperta della speciale fragranza contenuta al suo interno.

Sormontata da un tappo asimmetrico in zama dorata ornato dal blasone di AEDES, trova ispirazione in un opera d’arte in vetro degli anni ‘20 scoperta da Karl Bradl, uno dei proprietari della boutique, al mercato antiquario di Chelsea a New York.

A quel tempo Bradl e il suo socio Robert Gerstner non avevano intenzione di sviluppare un profumo per la loro boutique, ma quell’oggetto così raro divenne in seguito la musa simbolica ispiratrice della collezione. AEDES DE VENUSTAS Signature Eau de Parfum è la prima tra le fragranze che vedranno la luce nei prossimi anni; da maggio 2012 sarà presente nei migliori punti vendita in tutto il mondo.

NOVITA' 2017

Pélargonium a Milano

aedes de venustas pélargonium milano 

Una natura morta straordinariamente elegante raccontata in una fragranza, l’ottava creazione di AEDES DE VENUSTAS ci presenta un fiore inaspettato con un fondo scuro e fumoso di resine e legni.

La Musa: Geranio Egiziano

Una particolare varietà di geranio – da non confondere con i fiori rossi che adornano i vasi appesi alle finestre delle case, il Pelargonium graveolens, il cui nome significa “profumato di dolce”, è una delle essenze più versatili della profumeria. Distillato dalle foglie della pianta e non dai fiori, è utilizzato solitamente come una fresca nota rosea, da qui il suo nome volgare, “rosa geranio”. Sin dal tardo Novecento, è uno degli ingredienti chiave della famiglia olfattiva fougère. In Pelargonium, il naso Nathalie Feisthauer estrapola il geranio dalla profondità della piramide olfattiva per illustrarne le complesse sfaccettature.

Il Profumo: Pélargonium

Una natura morta straordinariamente elegante raccontata in una fragranza, Pelargonium ritrae il suo ingrediente omonimo come uno dei misteriosi bouquet dei dipinti del Secolo d’Oro Olandese. Descritto da Nathalie Feisthauer come “aromatico, con sfaccettature di foglia pestata, meno fruttato e più balsamico della rosa, quasi incensato”, il Geranio Egiziano è il protagonista di questa composizione intrigante. Il profumiere inizia distendendo una tela di fresco iris su un telaio di legno di cedro. Poi dipinge uno sfondo scuro e fumoso di Vetiver Haitiano, legno di guaiac e muschio. Accarezzato da tocchi di cardamomo verde, la luce dorata del bergamotto calabrese pervade la scena, catturato dalla ricca struttura degli ingredienti che donano volume e contrasto. La dolcezza erbosa della carota arricchisce gli accordi di iris; un’ambrata salvia sclarea evoca la morbidezza delle foglie vellutate. La resina dell’elemi, pepata e dai sentori di limone, sottolinea la freschezza e le sfaccettature balsamiche e, grazie ad un velo di muschi che ne ammorbidisce i contorni, il bouquet di Pelargonium assume una sobria, astratta bellezza.


 

shop online

TEL. 02 83241834.